Le migliori 5 cose da vedere a Copenhagen

Vi ho elencato in una breve lista del le migliori 5 cose da vedere a Copenhagen. Ho viaggiato in questa città nel periodo pre natalizio ed è stata un’esperienza fantastica.

Al di fuori delle mete che sto per consigliarti che mi hanno colpito molto ti consiglio di muoverti in bici. Ti accorgerai che quasi tutti in città si muovono con questo mezzo. Inoltre la città è ben organizzata per favorire gli spostamenti dei ciclisti. Troverete in tutte le strade corsie e strade riservate alla vostra circolazione e in molti casi avrete anche la precedenza su pedoni e auto.

1. Il vecchio porto di Copenaghen

La cosa più bella che può succederti è perderti tra le strade della città. L’eleganza e l’atmosfera che si respire in questa città scandinava è emozionante. In particolare quando arrivi nella zona del vecchio porto di Copenaghen, Nyhavn, trovi una strada affollato di ristoranti di classe e accoglienti caffè.

Le migliori 5 cose da vedere a Copenhagen

Ammira la pittoresca vista di case colorate ristrutturate del XVIII secolo. Luogo abbastanza popolare tra locali e turisti, quindi la zona è spesso affollata. Il mio consiglio che è di visitarla al mattino dove sicuramente trovi meno gente. Sarà molto carino sederti in ​​uno dei bar vicini al canale e goditi l’atmosfera rilassante, la musica e il cibo.

Nyhavn è anche conosciuta come “il porto del patrimonio“, dove sono ancorate molte navi storiche in legno.

Le migliori 5 cose da vedere a Copenhagen

2. Christiania

Christiania, la famosa città nella città di Copenaghen, è senza dubbio una delle attrazioni turistiche più famose della Danimarca. Ho già scritto un articolo dedicato a questa meraviglia che potete leggere qui. Questo luogo è amato da molti, ma spesso è stato protagonista di accesi dibattiti, soprattutto dovute alla liberazione delle droghe leggere e alcuni sfortunati episodi di violenza.

Le migliori 5 cose da vedere a Copenhagen

L’eccentrica città di Christiania fu fondata nel 1971, quando un gruppo di hippie fece un buco nella recinzione alla caserma militare di Bådmandsgade, entrarono e occuparono il luogo.

Ben presto l’area divenne nota per Pusher Street, dove si potevano comprare marijuana – ma senza droghe pesanti – direttamente dalle varie bancarelle allestite dagli abitanti del posto.

Le migliori 5 cose da vedere a Copenhagen

Oggi molti dei coloni originari vivono ancora nel villaggio e seguono delle regole stabilite in collettivo. Tutto sembra essere rimasto fermo negli anni ’70.

Circa 1.000 persone vivono a Christiania e ogni anno più di 500.000 persone vengono a visitarla. Molte delle persone che vivono in Christiania hanno costruito le loro case da soli dando all’area un aspetto architettonico estremamente  fiabesco ed eccentrico. Qui puoi trovare una varietà di ristoranti, laboratori artigianali, gallerie e luoghi di musica e d’arte che offrono un’esperienza culturale unica nel suo genere.

Le migliori 5 cose da vedere a Copenhagen

Sono arrivato a piedi dal centro città e la passeggiata è stata decisamente piacevole.

3. La chiesa del Nostro Redentore – Vor Frelsers Kirke

Ho visitato questa chiesa grazie al consiglio di un mio amico. Difficilmente si trova nelle guide o nei travel blogs che avevo visitato cercando di reperire informazioni, prima di partire. Vista la città, non ho dubbi sul dirti che deve essere assolutamente tra le migliori 5 cose da vedere a Copenhagen!

Per entrare, si paga una piccola quota d’ingresso di circa 25 DKK. Il cartello all’entrata ti dice che loro si tolgono da ogni responsabilità per quello che potrebbe succederti. A dirla tutta non è la prima cosa che ti fa piacere vedere quando stai per salire su una torre, ma mi sono fatto un po di coraggio e sono salito alla fine.

Non lo consiglierei ai deboli di cuore come potete vedere dal video. Vi consiglio di indossare scarpe comode, evitate gli zaini molto grandi, e fate attenzione ai bambini e alla nonna.

Le migliori 5 cose da vedere a Copenhagen

Preparatevi a fare un po di scalini. Sono in legno, alcune di esse abbastanza ripide e scomodo da fare. All’interno della torre della chiesa, non c’è molto da vedere se non le vecchie campane e delle statue di angeli. Niente di eccezionale a dire il vero.

Una volta raggiunto l’esterno, la veduta di Copenhagen è spettacolare!

Appena usciti nella parte terminale esterna della torre inizierete a percorrere una scala che sale fino all’estremità a spirale. Il panorama che vi trovarete arrivati in cima è mozzafiato.

Le migliori 5 cose da vedere a Copenhagen

Devo ammettere che arrivato in cima un qualche brivido l’ho sentito, anche perché il percorso è molto stretto, a malapena per due persone. Lo consiglio sicuramente come attrazione da non perdere. La chiesa sottostante non mi ha fatto impazzire ma è gratuito l’ingresso quindi potrebbe anche essere interessante dare uno sguardo.

4. Castello di Rosenborg

Sicuramente tra le le migliori 5 cose da vedere a Copenhagen non poteva mancare il Castello di Rosenborg. Il castello rinascimentale ha 400 anni anni di storia costruito da Christian IV. I dettagli architettonici colorati danno un tocco magico a questa città danese. Christian IV amava vivere a Rosenborg e divenne rapidamente il suo castello preferito e sede di molti eventi importanti.

Oggi i visitatori possono viaggiare indietro nel tempo e attraverso i possedimenti di Christian IV. Lo stile barocco è molto presente, le stanze e le sale testimoniano sfarzo, ma anche cura dei dettagli.

Le migliori 5 cose da vedere a Copenhagen

Il King’s Garden che costeggia questa meraviglia architettonica è di singolare bellezza.  Il più antico giardino reale della Danimarca ed è un luogo molto popolare per i gli abitanti della città. Un luogo frequentato per incontrarsi e rilassarsi e per far giocare i bambini nel parco giochi.

Le migliori 5 cose da vedere a Copenhagen

Situato in posizione centrale il castello di Rosenborg e il suo giardino sono un connubio davvero spettacolare che non puoi perdere. Goditi l’imponente facciata, le sue torri e torrette, le grandi finestre, il bellissimo ponte vecchio, passeggia nei giardini di rose e poi esplora il resto del meraviglioso parco.

Le migliori 5 cose da vedere a CopenhagenUn consiglio che posso darti è anche trovare un posto dove sederti, osservare e riflettere sulla pace e la tranquillità di questo incredibile tesoro dell’umanità.

L’ingresso ai giardini è gratuito e l’ingresso al Castello è gratuito con la Copenhagen Card (un acquisto altamente raccomandato per un facile tour che include il costo del trasporto pubblico e l’ingresso gratuito alla maggior parte delle attrazioni). Enjoy!

5. Sirenetta e Parco del Kastellet

La famosa sirenetta ispirata a una fiaba del più famoso cantastorie per bambini di tutti i tempi, Hans Christian Andersen. Questa statua è una delle attrazioni turistiche più famose di Copenaghen. La fiaba parla di una giovane sirena che si innamorò di un giovane principe a terra ma forse tutti la conosciamo questa storia dopo aver visto il famoso film della Disney. La fiaba racconta di questa creatura mitologica che era solita sedersi sulle rocce e sperava di vedere il suo amato di sfuggita.

La statua, in bronzo e granito, ha celebrato il suo 100° anniversario nel 2013.

Le migliori 5 cose da vedere a Copenhagen

Una cosa che non aspettavo e ho trovato molto interessante è il parco che dovrete attraversare prima di arrivare alla famosa statua conosciuto come “Parco del Kastellet“. Vale la pena inserire anche questo tra le migliori 5 cose da vedere a Copenhagen.

All’interno di questo parco c’è una caserma militare storica ancora funzionante, quindi vedrai soldati e militari che girano intorno. La forma della pianta è a stella. Dalla mappa vi risulterà più chiaro. Gli edifici della caserma sono storici ed originali. L’enorme parco intorno al parco è aperto e accessibile gratuitamente.

Le migliori 5 cose da vedere a CopenhagenIl parco è anche molto frequentato da locali. Lungo la strada vedrai vecchi cannoni, molte statue, una deliziosa chiesetta (foto in basso) e anche un mulino! (foto in alto) a vento molto antico che ti sembrerà di stare in Olanda. La chiesetta è St Alban’s Church, si affaccia sul fiume artificiale intorno alla fortezza sul lato del parco esterno della fortezza.

La statua della sirenetta è molto vicina quindi potrete fare tutto con un pomeriggio.

Le migliori 5 cose da vedere a Copenhagen

Se state pensando di visitarla l’unica cosa che posso dirvi è, non perdete altro tempo e prenotate questo volo!

Mercatini di Natale a Copenhagen

A pochi passi dalle terre di Babbo Natale, è Copenhagen la città che ho scelto di visitare nel periodo Natalizio. Lo spirito si respira fortissimo in ogni angolo della città. Vi parlerò delle emozioni che ho provato camminando tra i deliziosi mercatini di Natale del centro di questa città scandinava.

Credo sia tra i migliori posti in Europa se cercate una meta per immergervi nello spirito natalizio dove la precisione e la cura dei dettagli fanno da padrone.

Le bancarelle sono ben organizzate e potrete trovare prelibatezze culinarie tipiche natalizie, oggettistica artigianale e anche dolci e bevande tipiche.

Tutti i mercatini sono delimitati da una piccola staccionata di legno, le postazioni sono tutte molto ben curate nei minimi dettagli. Le decorazioni e le luminarie sono deliziose e non troppo esagerate. Ma se avrete modo di visitare in generale i paesi scandinavi vi accorgerete che spesso il buon gusto è di casa.

Sono molti i personaggi della tradizione natalizia scandinava e a Copenhagen potete trovare tutto questo. Tra i più famosi i “Jule nisser”  che sono dei folletti più o meno piccoli che fanno parte del folklore scandinavo.

Le prelibatezze sono molte della cultura scandinava. I dolci sono i protagonisti ma anche molti altri piatti che avrete modo di assaggiare sostando in queste deliziose casette di legno, magari riscaldandosi con una bella bevanda calda.

Sulle bancarelle potrete trovare molti indumenti per combattere le temperature nordiche come guanti, calze e cappelli fatti a mano. Tante cose caratteristiche comepancakes, caramelle dure, insomma, qui tutto profuma di paradiso!

Diverse sono le postazioni dove si fa anche l’affumicatura del salmone, una pratica molto tipica di queste terre. Il costo della vita in Danimarca è molto alto se comparato con altri paese europei, di conseguenza i prezzi dei prodotti che potrete trovare in questi mercatini sono abbastanza elevati. Ma sicuramente non rimarrete delusi.

I giardini di Tivoli sono un vero esempio di clima natalizio. Tra i parchi giochi più antichi d’Europa, nel periodo natalizio le decorazioni vi lasceranno decisamente senza parole. C’è un costo di ingresso intorno di 110,- kr circa 12 euro. All’interno potrete trovare le varie attrazioni, locali ristoranti e anche piccoli shop caratteristici.

Il mercatini sono aperti quasi tutti 7 giorni su 7, e chiudono abbastanza tardi la sera. È piuttosto buio in questo periodo dell’anno, ci sono 6-7 ore di luce a metà dicembre ma le luci di questi mercatini non vi faranno mancare nulla.

In questi mercatini avrete modo di testare il famoso “hygge” danese. Hygge è una parola difficilmente traducibile in italiano perché  strettamente legata alla tradizione. In generale riguarda tutte quelle cose che si fanno per sentire caldo, per entrare in un clima felice e godere del tempo di qualità con i tuoi cari durante il periodo più freddo e buio dell’anno. Sono sicuro che questo è un aspetto culturale della danimarca che ci possa insegnare molto che hanno un grande riguardo e rispetto per i festeggiamenti di questo periodo dell’anno.

In questa pagine potrete trovare tutte le date e le posizioni dei mercatini di Natale a Copenhagen.

La città libera e indipendente di Christiania

Christiania è la terra dei coloni. È l’opportunità grande di costruire una società da zero – pur continuando a incorporare le costruzioni rimanenti “…” Sì, per coloro che sentono il battito del cuore dei pionieri non ci può essere alcun dubbio sullo scopo di Christiania. È la parte della città che ci è stata tenuta segreta, ma non di più.”

– Jacob Ludvigsen

La città libera e indipendente di Christiania o conosciuta anche come “Freetown Christiania” si trova nella zona di Christianshavn e si può arrivare con la metropolitana, l’autobus o in bicicletta. Mi piace molto camminare e perdersi nelle città. Questo è quello che ho fatto anche a Copenhagen. Una delle prime cose che volevo visitare era proprio Christiania e camminando dal centro sono arrivato fino a qui.

La città in questa area è particolarmente silenziosa. Sono entrato da un’entrata non principale dopo una lunga camminata lungo uno dei canali che delimitano la città.

Non puoi non accorgerti che stai entrando a Christiania anche come nel mio caso che non sono entrato dall’entrata principale dove c’è un grande ingresso con una scritta. Non sei più in una città tradizionale come oggi siamo abituati a vedere. All’interno del distretto ci sono molte attività che puoi fare come prendere un caffè o una cioccolata calda. All’interno trovi bar e ristoranti e in alcuni di essi è anche permesso fumare all’interno. Ci sono anche molti shop caratteristici, dove sarà carino comprare dei souvenir.

L’arte e l’architettura di Christiania

Riesci a sentire il rumore delle bici, qualche chiacchiera o risata delle persone e i gabbiani. Questi sono gli unici suoni che si riescono a sentire e in alcuni vicoli sembra di essere finiti in un paese delle fiabe. Il contrasto è molto forte a livello architettonico tra la modernità delle case di Copenhagen e le case di Christiania. Le case non seguono un ordine. Sono disposte in modo non regolare. Le strade non sono battute e si nota che non c’è una manutenzione regolare.

Ciò che fa da argine delle strade sono spesso le cianfrusaglie che gli abitanti di questa città mettono per strada oppure la legna accatastata che si usa per riscaldare queste case. La maggior parte di queste case, nonostante in alcuni casi possono sembrare abbondante, sono abitate. La dimostrazione sono il fumo che esce da alcuni camini, oppure le ombre che si intravedono dalle finestre.

Il contrasto di emozioni che si avverte camminando per queste strade è forte e difficile da spiegare. Sembra di essere in un posto abbandonato ma nello stesso tempo molto vissuto. I colori e l’arte eccentrica fatta con qualsiasi oggetto sono i protagonisti di questi incantevoli vicoli.

Le origini di Christiania

La città di Christiania era un ex caserma militare “Bådsmandsstræde“. Un’area che per anni ha contribuito alla difesa della città durante i vari assedi. A seconda del periodo storico e delle esigenze la fortezza ha subito molte modifiche strutturali. L’ultimo sito militare operativo fu tra il 1946 al 1950.

Dopo che l’area fu abbandonata dai militari rimase sorvegliata solo da alcuni guardiani e fu soggetta a occupazione sporadica di senzatetto che utilizzavano gli edifici vuoti per vivere.

Il 4 settembre 1971, gli abitanti del quartiere circostante ruppero il recinto per occupare parte dell’area utilizzata come parco giochi per i loro bambini. All’epoca c’erano molte proteste a causa del costo troppo alto degli alloggi a Copenhagen.

Proclamazione “La città libera e indipendente di Christiania”

Il 26 settembre 1971, Christiania fu dichiarata aperta da Jacob Ludvigsen. Christiania all’inizio era l’opportunità di costruire una società libera da zero – pur continuando a incorporare le costruzioni rimanenti. Lo spirito di Christiania si sviluppò rapidamente in uno dei movimenti hippy, il movimento squatter, il collettivismo e l’anarchismo, in contrasto con il precedente uso militare del sito.

Alcune strade sono dissestate, tutti gli elementi presenti nella città non seguono un ordine. Si avverte un’anarchia nella disposizione, ma non c’è disagio, piuttosto trovo il posto molto incantevole. Infatti a oggi circa 900 persone vivono nell’area, e la comunità ha le sue regole e si organizzano riunioni per prendere delle decisioni.

La vendita libera della droga

L’uso di droghe è illegale in Danimarca. Tuttavia all’interno della Christiania, in particolare a “pusher street”, trovate bancarelle di cannabis con biscotti spaziali o hashish venduta in tutte le forme. I turisti che entrano a Christiania possono comprare erba e consumarla all’interno della città. Mentre stai camminando probabilmente sentirai anche dei sussurri di gente che ti offre diversi tipi di droghe.

Le evoluzioni su questo argomento sono state molte. La vendita di droghe leggere ha spesso favorito la diffusione e l’uso anche di droghe pesanti. La città è stata anche protagonista di episodi di criminalità o di omicidi in seguito a questo.

Non ci sono stati dei momenti in cui mi sono sentito poco sicuro, ma posso anche dire che non ho avuto la sensazione di sentirmi nel posto più sicuro al mondo.

Diciamo che gli abitanti della città sembrano molto cortesi e tranquilli ma ci sono delle regole da rispettare. Ci si può divertire ma non bisogna correre o provocare il panico. Le foto non sono ammesse. Ci sono delle aree in cui le foto sono permesse ma si deve chiedere sempre il permesso e poi, io credo anche che immancabile sia anche in buon senso in generale. Questo non solo a Christiania!

Io giravo tranquillamente con la camera al collo e con discrezione ho scattato le foto che vedete. Tutti mi guardavano un po con sospetto ma nessuno mi ha detto nulla. Ovviamente non è stato possibile fare le foto alle bancarelle che vendevano ogni tipo di droga.

Come comportarsi a Christiania

Se siete delle persone curiose posto va assolutamente visitato ma vi consiglio anche di essere rispettosi delle regole e degli abitanti che vivono in questa area.

Per i turisti credo ci sia una sorta di indifferenza. Da un lato non credo faccia piacere in ogni caso avere gente che ti entra praticamente in casa solo perchè hai scelto di vivere in un modo “non ordinario“. Dall’altro il turista porta la “grana”, quindi si avverte dagli abitanti questa sorta di contrasto.La canzone di protesta del 1976 “I kan ikke slå os ihjel” (tradotto: “Non puoi ucciderci”), scritta da Tom Lunden del gruppo rock dei flower power Bifrost, divenne l’inno non ufficiale di Christiania.

Copenhagen in 10 foto

In tre giorni, è possibile vedere la maggior parte delle attrazioni di Copenaghen. Vi auguro di perdervi tra le sue strade e magari scoprire anche qualche piccolo tesoro nascosto. Ho scritto una breve guida delle attrazioni che più mi hanno colpito di Copenaghen. Ma prima di leggere il mio articolo (trovate il link in fondo) vi voglio regalare la visione di queste 10 foto che ho scattato personalmente in giro per la città. Enjoy! 🙂

Puoi leggere qui l’articolo su Copenhagen. >> Le migliori 5 cose da vedere a Copenhagen