Il sentiero degli dei

Il Sentiero degli Dei ci fa viaggiare indietro nel tempo, fino ai miti dell’antica Grecia. Attraversa parte della Costiera Amalfitana. Meta ogni anno di migliaia di turisti. Il sentiero degli dei è tra le escursioni più belle in Italia.

Cos’è il sentiero degli dei

Il sentiero degli dei è una meravigliosa rete di antichi sentieri che collega piccoli villaggi tra loro e la campagna circostante. Avrete modo di passeggiare tra vigneti terrazzati e limoneti o su colline selvagge, godendo di numerosi scorci mozzafiato.

Il sentiero conserva ancora tutto il suo fascino che nella storia ha ispirato poeti e letterati. Italo Calvino ha descritto del Sentiero degli Dei com:

“quella strada sospesa sul magico golfo delle Sirene solcato ancora oggi dalla memoria e dal mito”.

Proprio con questa frase, impressa su una targa in ceramica, inizia il percorso che rappresenta un vanto per l’intera Costiera Amalfitana. Il Sentiero degli Dei negli anni ha sempre conservato un aspetto selvaggio e la natura ha caratterizzato da sempre la bellezza di questo magico luogo. Nemmeno le intemperie sono riuscite a scalfire le rocce che custodiscono gelosamente la storia dei popoli che hanno attraversato e vissuto in questi luoghi.

Per gli escursionisti amanti della natura questo è un percorso della Costiera Amalfitana che non può mancare tra le vostre foto ricordo dei vostri viaggi.

Un sentiero tra natura e mitologia

In questo luogo sono stati trovati molti fossili marini molto antichi. Camminando lungo questo sentiero di capiterà spesso di lasciarti trasportare dalla fantasia. Ti sembrerà di sentire il rumore della nave di Ulisse che solca le acque azzurre del Tirreno e giunge verso queste meravigliose coste.

Il sentiero degli dei in alcuni tratti attraversa anche il bosco e poi lascia spazio alle stradine utilizzate ancora oggi dai contadini per lavorare i terreni. Infatti queste piccole strade non solo solo un itinerario turistico. In molti casi è la via più breve che collega gli incredibili orti a terrazza che negli anni gli abitanti del luogo hanno costruito. In estate sono accompagnati da muli carichi di frutta e ogni bontà offerta dalla terra. Questi territori sono incredibilmente fertili in tutta la costiera amalfitana.

Se il clima lo permette avrai anche la possibilità di avvistare le isole come quella di Capri. Spero che queste mie foto ti inizino a far gustare l’incredibile spettacolo che ti aspetta se deciderai di intraprendere questo viaggio nel cuore della natura mediterranea.

Informazioni utili per escursione sul Sentiero degli Dei

Ho pensato di darti delle informazioni  utili per permetterti di organizzarti al meglio per affrontare questa esperienza. Il sentiero degli dei si estende lungo la catena montuosa dei Monti Lattari che costituiscono un territorio tra i più suggestivi e celebrati nel mondo intero. La vista è imponente, ricca di precipizi scoscesi sopra le onde delle acque trasparenti di questo tratto di costa.

Su questi sentieri ti capiterà  contadine intenti a coltivare le proprie viti o per il giardinaggio o qualsiasi altra cosa. Sono sempre disponibili ad aiutarti e darti indicazioni quindi non avere timore di chiedere. Infatti la cosa che più mi è rimasta impressa sono i modi più gentili e cortesi dei locali. Con la loro disponibilità contribuiscono a farti sentire parte di questo spettacolo naturale.

Chi può percorrere il sentiero degli dei

L’area dei Monti Lattari offre un’esperienza di vacanza unica. L’itinerario si svolge nel silenzio della calma montuosa, con uno scenario di panorami mozzafiato, lontano dal traffico della costiera amalfitana. I sentieri attraversano luoghi di incomparabile bellezza, ricchi di storia e cultura. Il livello di difficoltà per questa escursione non è particolarmente elevato. Inoltre il sentiero  si può adattare ad ogni livello di esperienza, quindi sia esperti che neofiti possono partecipare.

Gruppi di giovani amanti della natura organizzano passeggiate ecologiche per i turisti interessati alla riscoperta delle origini della terra e del mare della costiera amalfitana.

Come arrivare e da dove iniziare il sentiero degli dei?

Consiglio di iniziare il percorso partendo dall’alto, per poi procedere verso il basso costeggiando la scogliera lungo il sentiero. In particolare la lunga passeggiata inizia da Agerola, dalla frazione di Bomerano, disposta a 650 metri sul livello del mare, poi attraversa località Nocelle, e prosegue attraverso l’antico percorso dei coloni ellenici fino a Positano.

Sono diverse le possibilità per percorrere questo sentiero. Dipende dal tuo livello di esperienza e da dove preferisci partire. Mentre cammini, ti imbatterai in altri escursionisti e altri gruppi, magari facendo la stessa camminata o magari nella direzione opposta.

Partire da Amalfi

Puoi prendere anche un bus che da Amalfi ti porta a Bomerano. Sull’autobus, dopo aver guidato innumerevoli tornanti e raggiunto il livello pianeggiante della piana di Agerola, per raggiungere la piazza principale di Bomerano, scendi alla terza fermata (ti conviene dire all’autista “Per favore, puoi arrivare fino alla fermata per Bomerano ? “)

Il sentiero inizia a circa 200 m fino dalla piazza principale. Ci sono delle indicazioni. Si scende fino a praiano passando per il Convento di San Domenico. La strada scende, passa su dei ponti, poi diventa cemento e in fine gradoni in pietra e terreno. Goditi la vista dei gradini, rimarrete sconvolti da come si è costruito in questi luoghi. Incontrerete anche la Grotta Biscotto, nella quale potete vedere case molto antiche.

Proseguite per il Colle la Serra e il sentiero si inserirà tra stradine all’interno di incredibile terrazze. Il sentiero è ben tracciato ma il mio consiglio è sempre quello di andare con un gruppo organizzato con guide esperte per evitare di perderti. Il percorso scenderà fino a positano passando per Praiano, altro gioiello della costa amalfitana.

Quando fare il sentiero degli dei

Non ti dimenticate di essere in uno dei luoghi più frequentati dal turismo in tutta Italia. Sicuramente non ti imbatterai nel caos del traffico dei grandi dei centri del turismo della costiera amalfitana ma comunque è un sentiero abbastanza conosciuto.

Il mio consiglio è quello di muoversi in stagioni non troppo turistiche come agosto e luglio per due motivi. Il primo motivo è che ti troverai a dover sopportare il caldo torrido. E anche se sei ad una quota alta, comunque non sarà uno facile riuscire a sopportare le temperature estive camminando. Il secondo motivo è che rischiate di trovare troppi turisti.

Le stagioni migliore secondo me sono luglio e settembre. Le temperature sono accettabili, la natura rigogliosa e non ci sono troppo turisti.

Le leggende del Sentiero degli Dei

Storie e leggende narrano di come il sentiero sia stato utilizzato da briganti, malviventi e contrabbandieri che qui trovarono rifugio, nascondiglio e sicurezza per l’inaccessibilità del luogo. Si narra di personaggi appartenenti al mondo fantastico chiamati i Fatati tra cui vi era ‘U Magio (il mago) che conservava, in questi luoghi su un enorme libro, testimonianze di lieti eventi e nefasti presagi.

Si racconta anche di una scrofa che, coi suoi sei piccoli, durante le notti di luna piena si trasformava in essere satanico incutendo paura ai malcapitati passanti.

La cultura contadina e rurale

È un passaggio questo, tra la costa e l’entroterra, che fin dall’antichità ha testimoniato, lungo tutto il suo percorso, quella cultura locale che tanto caratterizza questi luoghi: agreste, contadina e rurale.

Qui la gente, soprattutto gli anziani, vivono e lavorano ancora in sintonia col paesaggio naturale. A me è capitato di incontrare locali a dorso di muli o cavalli. C’è chi raccoglie e trasporta fascine di legna. Pensate che c’è chi ancora trasporta taniche di alluminio contenenti latte fresco di capra, percorrendo due volte al giorno l’intero sentiero.

 

Tutto ciò fa sembrare quasi come se il tempo non fosse mai trascorso. Un ritaglio di natura che ha vissuto fino ad oggi tra miti, realtà, storie e che è giunto integro fino ai nostri giorni con un patrimonio storico e culturale che ci invita a riscoprire da una parte le remote origini di quei nobili, fieri e liberi popoli marinari, mentre dall’altra evidenzia le radici della dura, paziente, ospitale ed orgogliosa gente di montagna.

Il sentiero tra miti leggende e incredibili panorami

Lungo il sentiero degli Dei vi sono anche delle sorgenti di acqua fresca e potabile e quando la fatica inizia a farsi sentire ecco che il borgo di Nocelle è pronto ad accogliere i viandanti. Da qui si vede benissimo l’isola Li Galli, dove le Sirene usavano il canto per trarre in inganno i marinai.

Solo Ulisse riuscì ad attraversare indenne il tratto di mare perché si era fatto legare all’albero della nave dalla maga Circe. Il viaggio prosegue verso Positano e i famosi 1700 gradini.

A Monte Pertuso (352 metri di altezza) si narra che sia stata disputata una battaglia tra la Madonna e Lucifero, anche le tracce di quella lotta sono impresse nella roccia che presenta un “pertuso”. In dialetto questo termine significa buco e pare che sia stata la Madonna ad affondare le dita nel cuore della roccia. In realtà si tratta di un fenomeno di erosione, già visto in altre zone della Costiera Amalfitana, che ha modellato le rocce come fossero sculture di pietra.

Author

Luca De Angelis

2 thoughts on “Come fare il sentiero degli dei

  1. Filippo on Giugno 25, 2019 at 3:17 pm Rispondi

    ciao luca volevo fare il sentiero degli dei con la mia compagna ma essendo neofita volevo capire meglio. C’è rischio di perdersi? oppure sul percorso si incontrano altre persone e si va insieme? Grazie

    1. Luca De Angelis on Luglio 15, 2019 at 9:35 pm Rispondi

      Ciao! Non c’è rischio di perdersi… Ma se decidi di andare senza una guida è importante informarsi bene sul percorso da fare. Buon cammino! 🙂

Leave a Comment

Your email address will not be published. Marked fields are required.